La trasformazione digitale: sintomo e cura di una malattia

Confesso: quando sento parlare di trasformazione digitale mi prende una profonda sensazione di sconforto.
La presentano tutti come una opportunità, e lo è, ma dobbiamo dirci chiaramente che è una cura che dobbiamo somministrare a causa di una malattia che ha colpito negli ultimi anni molte aziende, in particolare in Italia.
Questa grave malattia la definirei la “undigital evolution”.

Per capire cosa intendo, proviamo ad immaginare di dover andare da un adolescente della generazione post-millenials (o anche agli stessi millenials), vi sembrerebbe minimamente necessario parlargli di digital transformation?
Dovremmo spiegargli come usare le tecnologie digitali per rendere più comodo il suo modo di vivere? Dovremmo sederci e fargli lezioni su lezioni in merito ai benefici sull’uso della tecnologia? Ci dovremmo far pagare una consulenza su come inserire il digitale nei suoi processi di acquisto o di comunicazione?

Beh…questo è quello che capita a fior di imprese ed imprenditori.

Se oggi vediamo aziende, molte aziende, quasi tutte le aziende, dotarsi di una struttura di “digital transformation” o di un Chief Digital Officier, siamo di fronte ad una grande ammissione di colpa e all’evidenza di un limite del management.

Quale? Quello di non essere stato capace di evolvere naturalmente, fisiologicamente la propria azienda nei processi, nell’organizzazione, nei propri prodotti secondo i principi e l’avvento delle tecnologie digitali.

Essere stati incapaci di osservare, capire, comprendere, tenersi aggiornati su ciò che stava avvenendo nel mondo e che poteva essere utile, se non indispensabile, per la loro organizzazione e per offrire ai loro clienti prodotti in linea con le loro nuove abitudini.

E’ possibile pensare nel III millennio ad una azienda che non abbia il digitale come ingrediente permeante e integrato in ogni processo, in ogni modello di business e in ogni prodotto dell’azienda?

Ma i manager non avrebbero come compito quello di guidare le aziende verso l’innovazione?

Dobbiamo smetterla di vedere l’innovazione digitale come “altro” rispetto all’intero modo di fare impresa, pensare al digitale come ad una linea di business della propria offerta.
Mi è capitato di recente di parlare con un manager apicale di una grande media company e l’ho sentito parlare del loro specifico prodotto digital. Dimostrava con grande tranquillità di non aver minimamente chiaro come tutto il suo prodotto fosse già frutto di processi digitali e come tutta la sua azienda avesse bisogno di ulteriori iniezioni di digitale per poter essere al passo con le multinazionali competitor.

Nessuno strano processo alchemico sarebbe necessario per essere o diventare digitali se solo si seguisse la normale evoluzione della società e il modo di pensare e “muoversi” della società civile e dei giovani in particolare. E non diciamoci che gli spender non sono ancora pronti ad un mondo digitale e a prodotti che ne siano strettamente derivati.

Stiamo cercando delle giustificazioni alle nostre incapacità, ai nostri ritardi, ai nostri limiti.

Quando vedo nuovi manager in “Digital Transformation” voglio vedere degli yogurt con una data di scadenza. Più prossima è la data, più vicina sarà la capacità delle aziende di riprendere competitività.

Spero in nuove generazioni di top manager che, così come non hanno bisogno di strutture specializzate nell’indicare come respirare l’aria o scrivere decentemente nella propria lingua, così non debbano più avere dirigenti o strutture che li guidino a capire ciò che sta pervadendo ormai ogni attività umana.
Il digitale.

digitaltransformation

 

 

Digitale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: